Dolce Kerida | Maison d'Hôtes dans les Pouilles en Italie

Scoprire la Puglia

800 km di coste dalle acque turchesi, paesaggi sbalorditivi, colline dal rilievo a volte spettacolare, pianure fertili di terra rossa, oliveti per campi smisurati : la Puglia è ricca di bellezze ma anche di tradizioni, dell’arte di vivere e della sua cultura.

La valle d’Itria, dove si trova Dolce Kerida, è la terra dei trulli, sorprendenti casette tonde dal tetto conico, fatte di pietre piatte che danno uno charme irresistibile a questa regione.

Cultura

Il Salento cumula i pregi : città d’arte eccezionali, villaggi tra i più belli d’Italia, una cultura singolare sempre vivace con i suoi dialetti tuttora parlati, ed un litorale splendido alla congiunzione di due mari.

La storia della Puglia è quella di chi l’ha conquistata : tra l’8° secolo AC ed il 19° secolo, la regione ha visto il succedersi di Greci, Romani, Bizantini, Longobardi, Normanni, Saraceni, Ottomani, Spagnoli e perfino i Francesi durante nove anni dell’epoca napoleonica. In ogni singolo paese si riscontra traccia di quella favolosa eredità di 2.700 anni di storia.

Ceglie Messapica,
a 3 km di Dolce Kerida

Ceglie è una tappa gastronomica importante con la sua scuola di cucina di grande fama e i suoi numerosi ristoranti : Med Cooking Scool. D’altronde è uno dei paesi più anziani della regione. Il suo bel centro storico, animatissimo le sere d’estate nella affascinante piazza del Plebiscito dominata dalla torre dell’orologio, è percorso da stradine strette dalle facciate imbiancate alla calce. Nella sua parte più elevata si erge il Palazzo ducale, che sarebbe stato edificato nel mille cento. La Chiesa Collegiata dinanzi al castello fu costruita nel cinquecento e possiede degli affreschi e dei quadri del Domenico Carella (XVIIIᵉ). Non lontano si trova il belvedere che offre una vista unica sulla pianura. Dall’altra parte della strada, il MAAC o Museo Archeologico e d’Arte Contemporanea accoglie alcune vestigia del paleolitico come oggetti datati all’epoca messapica. Da non dimenticare, Piazza Vecchia molto carina dall’atmosfera romantica.

Ostuni o la città bianca
a 10 km

Antica città messapica posata su un promontorio, Ostuni ha conservato del suo passato bizantino, poi angioino ed aragonese, delle torri e dei fortini che circondano il centro storico e gli conferiscono un carattere orientale. Da vedere la Piazza della libertà dove si trovano il monumentale Palazzo del municipio e la Colonna di Sant'Oronzo. La cattedrale edificata nel 400 in gotico tardivo presenta una facciata rimarchevole. Da lì ci si deve perdere nel dedalo delle stradine bianche e delle case fiorite dalle persiane colorate.

Martina Franca,
a 19 km

Lungo i vicoli di questaelegante città arroccata sull’alto di una collina, il barocco ha imposto il suo stile ed a ogni intersezione ci si aspetta veder sorgere un balcone panciuto, un portone fiancato da cariatidi, una facciata di chiesa popolata da cherubini sorridenti. L’eleganza un po decadente del suo stile ne fa suo charme. Da non perdere il Palazzo Ducale del 600, la basilica di San Martino, e la piazza del plebiscito

Locorotondo,
a 25 km

Da lontano si scorge le creste in linea delle case bianche di Locorotondo, posate in cima a una collina. Questo è un adorabile paese circolare che gode di una vista splendida sulla valle d’Itria con i suoi trulli. Mille dettagli fanno lo charme di Locorotondo : le scale, i portici, archi e piazzette immacolate, il portone barocco del Palazzo Morelli, insomma, vale la pena perdersi per Locorotondo.

Polignano a mare e Monopoli,
a 58 km

Polignano a Mare è fiera delle sue origini greche. Arrampica le sue case bianche sulle falesie che sporgono sul mare, una piccola baia insospettata ed un groviglio di viuzze ne fanno un sito magnifico ed unico.

Monopoli, sua vicina più a sud, abita nel centro storico qualche chiesa rimarchevole tra cui Santa Maria Amalfitana di stile romano, ma più ancora un porto magnifico... Un fascino incomparabile !

Alberobello,
a 33 km

Questo villaggio costruito per una famiglia unica al XV° secolo è celebre per il suo centro antico interamente composto da trulli. Se ne contano 1.400 in uno stato di preservazione notabile, gran parte essendo oggi stata convertita in negozietti di souvenir. Tale concentrazione di trulli unica nel suo genere gli è valsa di essere elencata nel patrimonio mondiale dell’Unesco. In cima al villaggio, la chiesa di Sant’Antonio è pureessa dotata di un tetto conico.

Bari

La metropoli si compone di una città vecchia ristretta su una penisola, e di un quartiere moderno che spiega larghi viali commercianti. Dedalo di stradine tortuose che sboccano su cortili privati o passano sotto case dai colori sbiaditi dal sole, la Bari vecchia sorprende dall’atmosfera che ci fa sentire ad ogni momento in un scenario di Ettore Scola. Le lenzuola appendono alle finestre, gli uomini si ritrovano nei caffè senza insegne, le donne fabbricano le orecchiette sul marciapiede, quella pasta tradizionale della Puglia... Bari ha conservato il suo inconfondibile charme popolare.

Lecce

Soprannominata capitale del Barocco. Quant’è piacevole perdersi nel sontuoso intreccio delle strade della Lecce storica, lasciando correre lo sguardo sui tesori che scorrono all’infinito. La città ha visto fiorire l’esuberante fasto del suo Barocco nei portoni e nei balconi, sulle facciate delle chiese e quelle dei palazzi, sulle tante fontane...

Attività

Attività sportive e ricreative, passeggiate, ecc.

Torre Guaceto,
a 13 km

Il bel parco naturale di Torre Guaceto che forse avrete intravisto raggiungendo Ceglie dall’aeroporto di Brindisi merita una (lunga) passeggiata e ovviamente un bagno al calmo.

Grotte di Castellana,
a 39 km

Amatori di grotte, ecco una visita da non mancare. Farete una discesa a più di 60 m di profondità nelle viscere della terra, alla scoperta di un mondo straordinario di stalattite e stalagmite formate da un goccia a goccia di più di 90 milioni di anni, il massimo essendo l’affascinante Grotta Bianca.

I mercatini della domenica

Oggetti di ogni tipo, spesso unici, a volte rari. Non saprete dove girarsi al « Mercatino antiquariato e usato ». La prima domenica del mese a Grottaglie, la seconda a Ostuni, la terza a Cisternino e l’ultima domenica del mese dalle 9 in piazza piazza Sant’Antonio a Ceglie.

A bici sull’acquedotto

Una bella gita è lungo la grande canalizzazione dell’acquedotto di Puglia il quale, non solo è la più grande opera idraulica d’Europa, ma offre pure uno dei più bei sentieri di gita della regione. La Ciclovia dell’acquedotto pugliese è un circuito di quasi 500 km che percorre tre regioni (Campania, Basilicata e Puglia) seguendo il tracciato dell’acquedotto pugliese e passa vicino a Ceglie Messapica. Ideale per lunghe gite in bicicletta !

Festival della valle d’Itria di Martina Franca

L'uno dei più belli d’Italia, da metà luglio a inizio agosto, per scovare talenti, destinato a tutti gli appassionati di musica classica, lirica e dell’opera.

Festival Giovedi di Settembre

Prendere contatto

Una domanda ? Bisogno di informazioni complementari ? Sono a vostra disposizione 🙂

Prenotate il vostro soggiorno sin da ora (per WhatsApp o per email)